Datagate, Snowden: Usa spiano milioni di sms cinesi

edward-snowdenHONG KONG – Il governo degli Stati Uniti viola le compagnie di cellulari cinesi per raccogliere milioni di messaggini sms di testo. E’ l’ultima rivelazione destinata a generare nuove polemiche fatta da Edward Snowden, la cosiddetta ‘talpa’ del Datagate. La denuncia di Snowden è apparsa in un articolo pubblicato dal quotidiano di Hong Kong South China Morning Post.

Le accuse.
«La Nsa pirata delle compagnie di telefono portatile cinese per rubare tutti i vostri sms» ha dichiarato l’ex-agente della Cia ed ex consulente dell’Agenzia della sicurezza americana (Nsa) che si è rifugiato ad Hong Kong. Snowden ha aggiunto di «avere delle prove su ciò che afferma», stando al quotidiano che però non cita alcun documento a riguardo. Secondo statistiche ufficiali citate dal South China Morning Post, i cinesi si sono scambiati circa 900 miliardi de messaggi di testo nel 2012, il 2,1% in più rispetto al 2011. L’articolo non scrive come la presunta pirateria abbia avuto luogo, ma afferma che gli esperti cinesi della cyber sicurezza da diverso tempo sono preoccupati sugli attacchi «clandestini» condotti con apparecchiature straniere.

Gli Usa chiedono l’estradizione di Snowden.
Nessun risposta, per ora, dal governo di Hong Kong alla richiesta degli Usa di arrestare ed estradare Edward Snowden, l’ex analista dei servizi segreti americani che ha denunciato l’esistenza di una vasto programma di intercettazioni illegali. Per il governo del territorio si tratterà di una prova difficile. Hong Kong è una Speciale regione amministrativa (Sar) della Cina che gode di una forte autonomia, ma quando sono in gioco decisioni rilevanti per la politica internazionale dipende da Pechino. È legata agli Usa da un trattato per l’estradizione, che però esclude i reati ‘politicì, tra i quali potrebbe rientrare lo spionaggio.

Rapporti a rischio.
Se Hong Kong non agirà presto sulla richiesta di estradizione di Edward Snowden, questo «complicherà le nostre relazioni bilaterali e solleverà dubbi sull’impegno di Hong Kong», all’attuazione della legge, ha detto un rappresentante dell’amministrazione Obama. Nelle ultime settimane sia l’opinione pubblica hongkonghese che quella cinese si sono pronunciate con forza contro l’estradizione di Snowden. L’ex-analista dei servizi americani si è recato ad Hong Kong a fine maggio e si ritiene che si trovi ancora nel territorio. La notizia che un imprenditore islandese avrebbe affittato un aereo privato per portare l’analista a Reykjavik, dove potrebbe avere asilo politico, è stata smentita da fonti locali.

Assange.
Il fondatore di Wikileaks, Julian Assange, esule nell’ambasciata dell’Ecuador a Londra, ha lanciato un appello perchè «Paesi coraggiosi» si facciano avanti e offrano asilo alla «talpa» del caso Datagate, l’esperto informatico Usa Edward Snowden. «Oggi il calvario di Snowden è appena cominciato», ha detto Assange in un discorso messo in rete da Wikileaks. «Il governo spia ciascuno di noi, ma invece è Edward Snowden a essere accusato di spionaggio per averci avvertito», ha aggiunto l’australiano.

Fonte

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...