Qualità cibo: crisi, e non possiamo più fare gli schizzinosi

Granturco e latte inquinati: ma bisogna mangiarli lo stesso, nessuno può più permettersi di buttar via niente.

serbia_milk.jpg

Un altro bellissimo post del contadino svizzero, che in poche righe e col suo italiano da maestro Yoda dipinge uno dei suoi quadri perfetti.

“La Serbia non è ricca e non può permettersi di buttare 3-400’000 litri di latte al giorno.” E il contadino scommette che tutti in Serbia sapevano che quel granturco sarebbe stato da buttare, ma non se lo potevano permettere neanche questo.

 La notizia è una delle solite che saltano fuori spesso ultimamente, come la carne di cavallo nei ravioli o altri intrugli nel cibo manipolato e trattato che mettiamo in tavola. In Serbia il latte è risultato pieno di aflatossine a causa di mangimi inquinati da funghi, migliaia di produttori coinvolti, ma tutto quel latte non si può buttare: c’è la crisi. E che il granturco al raccolto fosse da buttare anch’esso sicuramente era nella consapevolezza dei contadini, ma chi può permettersi oggi di buttare interi raccolti di granturco?

Così, il governo serbo alza i parametri del latte e lo rende legale sulla carta. La sensazione è quella che dovremo abituarci a questo andazzo: non si può più guardare tanto per il sottile, non si può più fare tanto gli schizzinosi, i politici (come il Ministro serbo nella foto) ormai ce lo dicono in faccia bevendo essi stessi il latte inquinato, come racconta il contadino Ste.

Mi tornano in mente gli enormi problemi di avvelenamenti ed intossicazioni che l’umanità ha sofferto per millenni, a causa della cattiva conservazione del cibo e soprattutto della povertà che davvero non consentiva di gettar via “la grazia di Dio” anche quando andata in malora. Si preferiva rischiare la vita che restare a stomaco vuoto, stiamo tornando alla recessione di cui parlava Pasolini. Recessione a cui, purtroppo, occorre aggiungere le innumerevoli furbizie dei produttori che, colpiti dalla crisi anch’essi, sempre più disinvoltamente  ricorreranno a sistemi di risparmio non certo ortodossi quando si parla di alimentazione. A farne le spese saremo noi.

Che fare? Produrre da soli è quasi impossibile per la maggior parte dei cittadini occidentali. E anche gli alimenti di base con cui “fare da zero in casa”, come latte e farina, sono oggi a rischio. Mangeremo spazzatura… e sarà sempre meglio del soylent green.

Fonte

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...