Lettera segreta di Obama a Teheran: E ‘la guerra contro l’Iran in attesa? “La strada per Teheran Va avanti con Damasco”

 

Il New York Times ha annunciato che l’amministrazione Obama aveva inviato una lettera importante per la leadership dell’Iran il 12 gennaio 2012. [1] Il 15 gennaio 2012, il portavoce del ministero degli Esteri iraniano ha ammesso che la lettera era stata consegnata a Teheran per mezzo di tre canali diplomatici:

 

(1) una copia della lettera è stata consegnata all’Ambasciatore iraniano alle Nazioni Unite, Mohammed Khazaee, dal suo omologo statunitense, Susan Rice, a New York City; (2) una seconda copia della lettera è stata consegnata a Teheran dal ambasciatore svizzero in Iran, Livia Leu Agosti, e (3) una terza copia è andato in Iran per mezzo di Jalal Talabani dell’Iraq. [2]

Nella lettera, la Casa Bianca ha precisato le posizione degli Stati Uniti, mentre i funzionari iraniani ha detto che era un segno di cose come realmente sono: gli Stati Uniti non possono permettersi di condurre una guerra contro l’Iran.

All’interno della lettera scritta dal presidente Barak Hussein Obama è stata una richiesta degli Stati Uniti per l’avvio dei negoziati tra Washington e Teheran per porre fine iraniano-statunitense ostilità.  “Nella lettera, Obama ha annunciato la disponibilità per i negoziati e la risoluzione delle divergenze reciproche,” Ali Motahari, un parlamentare iraniano, ha detto l’ agenzia di stampa Mehr . [3] Secondo un altro parlamentare iraniano, questa volta la vicepresidente della Sicurezza Nazionale del Parlamento iraniano e Comitato per la politica estera, Hussein Ebrahimi (Ibrahim), la lettera ha continuato a chiedere Iran-USA di cooperazione e di negoziati sulla base di reciproci interessi Teheran e Washington. [4]

Lettera di Obama ha cercato di assicurare Teheran che gli Stati Uniti non avrebbero dovuto impegnarsi in alcuna azione ostile contro l’Iran. [5] In realtà, nello stesso periodo, il Pentagono ha cancellato o ritardato importanti esercitazioni congiunte con Israele. [6] Per gli iraniani, tuttavia, i gesti non hanno senso, perché l’Amministrazione Obama le azioni con l’Iran hanno sempre contraddetto le sue parole. Inoltre, l’Iran ritiene che gli Stati Uniti non ha attaccato, perché sa che i costi di una guerra con un avversario come l’Iran sono troppo elevati e le sue conseguenze troppo rischioso. Questo, tuttavia, non significa che un iraniano-statunitense è stata resa dei conti evitati o alla fine non succederà. Le correnti possono andare in entrambi i modi, per così dire. Né significa che l’Amministrazione Obama non è attualmente conducendo una guerra contro gli iraniani ei loro alleati. In realtà, Washington blocco e blocco dell’Iran sono state combattendo una guerra ombra dall’arena digitale e onde radio televisione alle valli dell’Afghanistan e affollate strade di Beirut e Baghdad. 

guerra contro l’Iran iniziato anni fa

La guerra in Iran non è stato avviato nel 2012 o addirittura 2011. Newsweek Magazine anche dichiarato quanto segue su un titolo di copertina nel 2010: “Assassini, attacchi informatici, sabotaggio – ha la guerra contro Teheran già cominciata” La guerra attuale potrebbe essere stato avviato nel 2006 .

Invece di attaccare direttamente l’Iran, gli Stati Uniti hanno iniziato una guerra segreta e proxy. Le dimensioni nascoste della guerra si sta combattendo da attività di intelligence, attacchi informatici, virus informatici, segreta unità militari, spie, assassini, agenti provocatori, e sabotatori. Il rapimento e l’assassinio di scienziati iraniani e comandanti militari, che ha iniziato diversi anni fa è una parte di questa guerra segreta. In questa guerra ombra, diplomatici iraniani in Iraq sono stati rapiti e iraniani in visita in Georgia, Arabia Saudita e la Turchia sono stati arrestati o rapiti. Funzionari siriani, vari personaggi palestinesi e di Hezbollah Imad Fayez Mughniyeh sono stati tutti assassinati in questa guerra ombra.

Le guerre per procura è iniziata nel 2006, quando Israele attaccò il Libano con l’intenzione di espandere la guerra contro la Siria. La strada di Damasco passa attraverso Beirut, Damasco, mentre è sulla strada per Teheran. Dopo il loro fallimento nel 2006, rendendosi conto che la Siria è stato il perno del blocco Resistenza, che ha dominato l’Iran, gli Stati Uniti ei suoi alleati trascorse i successivi 5-6 anni nel tentativo di de-link Siria dall’Iran.

Gli Stati Uniti stanno combattendo anche l’Iran ei suoi alleati sul fronte diplomatico ed economico attraverso la manipolazione di organismi internazionali e gli stati proxy. Nel contesto 2011-2012, la crisi in Siria su un livello geopolitico è un fronte nella guerra contro l’Iran. Anche il conflitto israelo-statunitense trapano Sfida Austero il 2012 e il dispiegamento di truppe statunitensi sono stati principalmente volti a Siria come mezzo per combattere l’Iran.


Siria nel Eye of the Storm

Quello che Washington sta facendo sta esercitando una pressione psicologica contro l’Iran come mezzo di allontanamento dalla Siria, in modo che gli Stati Uniti e le sue coorti può andare per uccidere. Fino all’inizio di gennaio 2012, gli israeliani hanno sempre state preparando a lanciare un’invasione della Siria in un rematch del 2006, mentre i funzionari degli Stati Uniti e Unione europea hanno continuamente cercato di negoziare con Damasco per un accordo di de-link da Iran e il Blocco della Resistenza . I siriani, tuttavia, hanno sempre rifiutato. 

Foreign Policy ha pubblicato un articolo nell’agosto 2011 affermando che era nella mente del re saudita circa la Siria in un contesto di attaccare l’Iran: “Il re sa che oltre al crollo della Repubblica Islamica [dell’Iran] se stesso, nulla sarebbe indebolire l’Iran più di perdere la Siria “. [7] Sia che la dichiarazione sopra realmente venuto da Abdul Aziz Al-Saud o no, questa visione strategica è rappresentativo dei motivi per il targeting della Siria. Consigliere per la sicurezza di Obama ha anche detto la stessa cosa, solo pochi mesi dopo il pezzo di politica estera è stato pubblicato, nel novembre del 2011. Consigliere alla Sicurezza Nazionale Donilon ha tenuto un discorso dicendo che la “fine del regime di Assad avrebbe costituito più grande battuta d’arresto dell’Iran nella regione -. Un colpo strategico che sarà ulteriormente spostare l’equilibrio di potere nella regione contro l’Iran” [8]

Il Cremlino ha anche fatto dichiarazioni che confermano che Washington vuole de-link Siria dal suo alleato iraniano. Uno dei più alti funzionari di sicurezza della Russia ha annunciato che la Siria è punito, a causa della sua alleanza strategica con l’Iran. Il Segretario del Consiglio di Sicurezza Nazionale della Federazione russa, Nikolai (Nikolaj) Platonovich Patrushev, ha dichiarato pubblicamente che la Siria è oggetto di pressioni di Washington a causa di interessi geopolitici legati al taglio i legami della Siria con l’Iran e non a causa di eventuali preoccupazioni umanitarie . [9]

L’Iran ha anche dato segnali che dovrebbero essere attaccato i siriani, non esiterà a intervenire militarmente per venire in aiuto della Siria. Washington non vuole questo. Il Pentagono sarebbe molto meglio ingoiare la Siria, prima di girare la massima attenzione e indivisa in Iran. Il Pentagono obiettivi sono quelli di combattere i suoi obiettivi frammentarie. Nonostante la dottrina militare degli Stati Uniti di combattere guerre simultanee in molteplici teatri e tutta la letteratura del Pentagono al riguardo, gli Stati Uniti non è ancora pronto a scatenare una guerra convenzionale regionale contro l’Iran e la Siria o rischio una guerra allargata con gli alleati russi e cinesi in Iran ancora. La marcia di guerra, tuttavia, è tutt’altro che finita. Per ora il governo Usa dovrà continuare la guerra contro l’Iran ombra e intensificare i media, diplomatici, e la guerra economica. 

Fonte

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...