Il Pdl accelera sulle primarie ma il candidato premier non arriverà dalle urne

Si faranno, come chiede ormai tutto il partito, con l’eccezione di pochi (l’ex ministro Claudio Scajola su tutti), ma non per scegliere il candidato premier. Il Pdl prova ad accelerare sulle primarie e così Fabrizio Cicchitto e Gaetano Quagliariello hanno illustrato una proposta di legge ad hoc per introdurre le urne interne nella scelta dei candidati a elezione diretta. In soldoni: sì alla consultazione per designare governatori, sindaci e presidenti di provincia, ma non per la leadership del partito e del futuro governo. Con buona pace di chi, da Roberto Formigoni a Gianni Alemanno, aveva invece invocato un cambio di rotta con la possibilità di affidare anche la premiership al confronto nell’urna.

Nella proposta previsto un registro per i sostenitori del partito
Il testo presentato in contemporanea alla Camera e al Senato prevede che le primarie, per i partiti o le coalizioni che intendano avvalersene, abbiano luogo entro il sessantesimo giorno antecedente alle elezioni. Possono votare e candidarsi alle primarie gli iscritti al partito (o a uno dei partiti che compongono la coalizione) e i cittadini sostenitori che siano residenti nel territorio interessato dall’elezione e che abbiano provveduto ad aderire a un apposito registro almeno sessanta giorni prima dello svolgimento delle primarie.

Ogni partito si doterà di un regolamento e di una commissione ad hoc
Un timing che mira ad azzerare il rischio di strumentalizzazioni o condizionamenti del voto. «Tale prescrizione temporale – spiegano Cicchitto e Quagliariello – in combinato disposto con la norma che prevede la presentazione delle candidature tra il quarantesimo e il trentesimo giorno precedente alla consultazione, è finalizzata a scongiurare il rischio di risultati falsati o inquinati. Un organismo pubblico, nella fattispecie la cancelleria del tribunale territorialmente competente, verifica la regolarità degli elenchi degli aventi diritto al voto e si accerta che nessun cittadino sia contemporaneamente iscritto a più di un elenco per la medesima scadenza elettorale». Ogni partito o coalizione che promuove elezioni primarie, concludono, «si dota infine di un regolamento e di una commissione elettorale relativa all’ambito territoriale interessato».

Fonte: il sole 24 ore

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...