ANSA/CRISI: UE; BERLUSCONI, MISSIONE COMPIUTA SU DEBITO E SUD

Finanza privata fattore rilevante; al lavoro su riforma fiscoItalia

BRUXELLES – Missione compiuta. Silvio Berlusconi lascia nella notte la maratona dell’Eurogruppo soddisfatto per il risultato incassato dall’Italia nella trattativa per il nuovo Patto per l’Euro. ”Abbiamo ottenuto le due cose che volevamo” ha spiegato il premier con il viso ancora incerottato dopo l’intervento maxillofacciale per sistemare l’osso della mandibola, ovvero ”le facilitazioni” per le aree depresse e quindi ”per il nostro Sud”. E l’inserimento della ”finanza privata” come fattore rilevante nel considerare la stabilita’ economica e finanziaria di un Paese. Un parametro, aveva ricordato ieri sera Berlusconi, che fa balzare l’Italia al secondo posto tra gli stati piu’ ricchi d’Europa, dietro alla sola Germania. Per quanto riguarda il Mezzogiorno, il Cavaliere ha parlato di ”fiscalita’ di vantaggio e incentivi in deroga alle norme generali” per le aziende. Berlusconi prima di partecipare al summit dei Paesi della zona euro aveva sottolineato come per la ”riduzione del debito pubblico, che dovrebbe essere di un ventesimo del debito stesso a partire dal 2015”, si era tutti d’accordo. La ”sottolineatura da fare ” pero’, a detta dello stesso premier, era che tra i parametri di valutazioni vi fosse non solo il debito pubblico del Paese, ma anche lo stato di salute della finanza privata. Il Cavaliere cita il caso dell’Italia, ”un Paese di risparmiatori, con un sistema di banche solido, con delle famiglie risparmiatrici”. Unico accenno alle questioni interne riguarda la riforma del fisco: ”Ci stiamo lavorando”, ha assicurato Berlusconi prima di congedarsi dai cronisti e fare rientro in Italia dopo la lunga maratona negoziale.

CRISI: VAN ROMPUY, AUMENTATA CAPACITA FONDO SALVA-STATI

QUELLA EFFETTIVA PORTATA A 440 MILIARDI

BRUXELLES – I leader dell’Eurozona hanno deciso di aumentare la capacita’ effettiva dell’attuale Fondo slava-Stati da 250 a 440 miliardi di euro. Quella del futuro Fondo permanente, dalla meta’ del 2013, sara’ di 550 miliardi di euro. Lo ha detto il presidente della Ue Herman Van Rompuy. I leader hanno anche deciso che il Fondo ”avra’ la capacita’ di intervenire sul mercato primario dei titoli nel contesto di programmi legati a una stretta condizionalita”’. In pratica, potra’ acquistare titoli pubblici dei Paesi dell’euro in gravi difficolta’ finanziarie.

CRISI: MERKEL, NO A IRLANDA? VOLEVA RIDISCUTERE CONDIZIONI
BRUXELLES – ”L’Irlanda voleva riaprire il dibattito sulle condizioni del prestito. E’ per questo che non abbiamo finalizzato questo dossier”. Cosi’ la cancelliera tedesca Angela Merkel ha spiegato il motivo della mancata concessione della riduzione dei tassi di interesse sul finanziamento per il salvataggio dell’Eire. Merkel non ha pero’ escluso che tale riduzione possa essere concessa in occasione del prossimo Consiglio europeo, in programma il 24 e 25 marzo.

CRISI: MERKEL, RIDOTTO TASSO INTERESSE A GRECIA
BRUXELLES – Il tasso di interesse applicato ai prestiti concessi alla Grecia e’ stato ridotto di 100 punti base, da 5,8% a 4,8%. Lo ha annunciato la cancelliera tedesca Angela Merkel al termine del vertice europeo. ”Una misura analoga non e’ stato possibile prenderla per l’Irlanda” ha aggiunto Merkel. Il tempo di rimborso del prestito per la Grecia e’ stato portato a sette anni e mezzo

Fonte: Ansa.it


Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...